Il bagno di Afrodite © Giada Carta

Il bagno di Afrodite è uno dei miei rituali preferiti: no, tranquilla, non sto parlando di cose strane con formule magiche o di fuffa new age per delegare a una strana pantomima la realizzazione di cose che non hai voglia di fare, ma di un modo giocoso e creativo per coinvolgere anche la parte più inconscia ed emotiva di te nella realizzazione dei tuoi desideri e della persona che vuoi diventare!

I rituali personali infatti sono uno strumento semplice e molto potente per mettere a fuoco le tue intenzioni e per convincere il tuo inconscio a collaborare mentre ti impegni razionalmente a trasformarle in realtà, come ti raccontavo in questo post in cui ti insegno a crearne uno.

Sono uno strumento eccezionale anche per coltivare dentro di te gli archetipi a cui desideri somigliare, perché fanno presa sulla parte più atavica del tuo inconscio e perché attingono direttamente alla tua energia creativa più profonda, quella capace di plasmare la realtà secondo i tuoi desideri più autentici.

Per liberare questa creatività è sempre meglio creare i tuoi rituali da sola direttamente dalla tua ispirazione personale, ma se ancora non hai affinità con le caratteristiche delle varie dee può essere difficile all’inizio trovare un modo per lavorare con loro ed è per questo che ho pensato di condividere con te qualcuno dei rituali creati da me per i vari archetipi, a cominciare dalla mia amata Afrodite.

 

Il bagno di Afrodite – Occorrente

Il bagno di Afrodite – Istruzioni

Prima di tutto, raduna gli oggetti che ti ho appena elencato e scegli il luogo in cui farai il tuo rituale: l’ideale sarebbe farlo nel mare, ma se non ne hai la possibilità o preferisci farlo nell’intimità della tua casa anche la vasca da bagno o la doccia andranno benissimo.

L’occorrente che ti ho consigliato di procurarti è assolutamente facoltativo: quello che conta nei rituali è sempre e comunque l’intenzione, e qualsiasi oggetto serve solo per aiutarti a concentrarti meglio su di essa perché diventa il suo simbolo e quello delle cose che stai cercando di cambiare. Se non hai bisogno degli oggetti quindi lasciali pure perdere, l’essenziale è che tu riesca a focalizzarti profondamente su quello che vuoi realizzare!

Lo scopo di questo rituale è coltivare la leggerezza e la sensualità di Afrodite e la sua capacità di trasformare se stessa e la realtà che la circonda con morbidezza, insomma tutte quelle belle cose di cui ti parlavo qui.

Vai quindi per prima cosa a fare una passeggiata nella natura concentrandoti su questa energia espressa dalla dea e cercando elementi che ti aiutino a connetterti con essa: l’ideale sarebbe anche qui andare al mare, ma se non puoi vanno bene anche una visita al lago, una passeggiata in un roseto o in mezzo alla macchia mediterranea o, se sei in città, una visita all’orto botanico o al parco fiorito più vicino a casa tua.

Cerca qualche segno della dea come una piantina di mirto, una rosa, una colomba, una mela, una conchiglia, o qualunque altro oggetto te la ricordi e ti faccia pensare a quello che rappresenta per te e all’intenzione che vuoi esprimere con il tuo rituale.

Una volta raccolti i doni che avrai trovato, o anche solo la tua ispirazione, raduna tutto l’occorrente per il rituale e recati nel luogo in cui hai scelto di svolgerlo. Scarica e fai la visualizzazione guidata per incontrare Afrodite e scoprire come il tuo inconscio interpreta l’energia della dea. Se non sei familiare con la visualizzazione, puoi fare pratica partendo da qui.

Dopo aver finito la visualizzazione spogliati, spargi nell’acqua i petali di rosa per richiamare Afrodite e, tenendo in mano la tua conchiglia, inizia a immergerti fisicamente nell’acqua, concentrandoti sull’intenzione del tuo rituale e sulle caratteristiche della dea che desideri portare nella tua vita.

Quando sei pronta, immergiti del tutto andando completamente sott’acqua e, quando riemergi, percepisci l’acqua che ti scorre addosso e scivola via portando con sè la pesantezza, la rigidità, la negatività, e lasciandoti nuova, morbida e leggera.

Se sei uscita per fare il rituale torna a casa, raduna davanti a te le cose che hai trovato durante la tua passeggiata, accendi la candela e l’incenso per richiamare Afrodite e miscela gli oli essenziali che hai scelto con l’olio di mandorle per creare un olio in onore della dea.

Spalma l’olio di Afrodite su tutto il corpo proprio come farebbe lei, e concentrati sulla sensazione di morbidezza e di sensualità trasmesse dal suo profumo. Poi chiudilo, mettici sopra una bella etichetta e tiralo fuori ogni volta che vorrai spalmarti addosso un altro po’di meraviglia!

Lascia che la candela si consumi fino a spegnersi da sola, per non soffiare via la magia, e metti la tua conchiglia, che ora è il simbolo dell’Afrodite che c’è in te, bene in vista da qualche parte in modo che ti ricordi quotidianamente la tua intenzione. Puoi ripetere questo rituale ogni volta che lo desideri e ne senti il bisogno.