Come disintossicarti dalla tecnologia e recuperare il tempo per te © Giada Carta

Le mie clienti lamentano spessissimo di avere poco tempo ma, quando iniziamo a lavorare insieme, spesso viene fuori che il tempo ce l’hanno eccome, solo che lo usano male.

Una delle attività in cui consumiamo più tempo senza rendercene conto è l’utilizzo indiscriminato della tecnologia, e nel post di oggi voglio darti qualche semplice consiglio per gestire meglio il tuo rapporto con questa parte importante delle nostre vite.

 

Traccia il tuo tempo

Prima di decidere come muoverti per disintossicarti dalla tecnologia è importante capire quali sono per te i buchi neri che risucchiano più tempo.

Prova a essere più consapevole per qualche giorno: quali sono le app che usi di più? A quali notifiche non riesci a resistere? Quali aspetti della tecnologia rappresentano per te un buon utilizzo del tempo e quali no?

Io ad esempio amo molto ispirarmi guardando belle foto su Instagram, mentre trovo che scorrere pigramente il mio feed di Facebook leggendo news o cazzatine qua e là non aggiunga niente alla mia vita.

 

Elimina le distrazioni alla radice

Quando hai capito cosa funziona per te e cosa no, agisci di conseguenza. Disinstalla dallo smartphone le app che non aggiungono valore alle tue giornate, silenzia le notifiche di quelle che vuoi tenere ma a cui dedichi troppo tempo per i tuoi gusti, e diventa consapevole di qual è il modo migliore di usare ogni strumento che scegli.

 

Usa la tecnologia con intenzione

Una volta che hai capito cosa della tecnologia ti arricchisce e cosa invece ti ostacola e una volta che hai eliminato app e notifiche di troppo, impegnati a usare ciò che resta con un’intenzione precisa.

Tornando al mio esempio precedente, se cerco ispirazione nelle belle foto di Instagram è il caso di destinare a quest’attività un momento preciso, in cui consapevolmente raccoglierò ispirazione, magari creando raccolte a cui tornare in seguito.

Se invece scorro automaticamente il mio feed di Instagram mentre faccio la fila alla posta, senza prestare attenzione né alla bellezza che sto consumando né a ciò che succede attorno a me, non sto più ottenendo la ricchezza che quell’attività mi può dare. Stabilisci quindi delle regole personali su questo e impegnati a rispettarle!

 

Metti in agenda il tempo della tecnologia

Spesso il problema con la tecnologia è proprio che non la consideriamo al pari delle altre attività quotidiane che svolgiamo. Così come se vado a lavoro dalle 9 alle 18 lo segno in agenda, è giusto mettere in agenda anche la mezz’ora giornaliera che voglio dedicare a ispirarmi su Instagram.

Se non lo faccio il rischio è che mi autorizzi a fare quella cosa in ogni buco di tempo che ho, ed è proprio così che lascio che lo smartphone mi risucchi le ore. Stabilisci quindi degli orari precisi da dedicare alla tecnologia e, cascasse il mondo, rispettali.

 

Lavora offline e stai lontana dai dispositivi

Se per lavoro usi il computer, assicurati di svolgere il più possibile il tuo lavoro offline. Non tenere la mail aperta in sottofondo, non aprire Facebook e non iniziare a cazzeggiare su YouTube cercando video di gattini.

Impara la disciplina o, se proprio non ce la fai, usa app come Freedom che ti bloccano in maniera implacabile secondo le tue richieste.

Prendi anche l’abitudine di tenere lo smartphone lontano da te. Non tenerlo sul comodino ma in un’altra stanza, in modo da non attaccartici come prima cosa al mattino, quando stai guardando un film sul divano tienilo sul tavolo in modo da non poterlo prendere ogni due secondi per vedere se qualcuno ti ha mandato un messaggio su WhatsApp e consentiti di usarlo solo negli orari che hai stabilito.

 

Ogni tanto, dedicati a un digital sabbatical

Un digital sabbatical è un periodo di tempo in cui si rimane volontariamente disconnessi. Siamo talmente abituati a essere perennemente reattivi che questa semplice esperienza può sembrarti un lusso, se ti concedi di farla. Inizia spegnendo il computer, lo smartphone, la radio e la televisione solo per mezza giornata e osserva cosa succede.

Quando la mezza giornata diventa un’abitudine, passa a una giornata intera e poi a un weekend, fino ad arrivare a un’intera vacanza se sei coraggiosa. Se per iniziare mezza giornata ti sembra troppo, inizia da cose piccole come uscire a cena fuori senza portarti dietro il telefono.

Prova a mettere in pratica questi semplici consigli anche solo per una settimana e ti stupirai di quanto tempo avrai recuperato senza quasi accorgertene! Se poi vuoi fare sul serio e lavorare sulla gestione del tempo a 360 gradi, vieni a dare un’occhiata qui.