Come ti raccontavo qui , per avere successo nel business non basta aprire la partita IVA, mettere online un sito e aspettare che i clienti intasino la tua casella email per magia; e come ti spiegavo qui, però, anche gettarsi a capofitto in millemila attività per paura di non fare mai abbastanza è controproducente.

Anzi: spesso alla base di un business che non funziona o che fatica a crescere come desideriamo c’è proprio l’ansia di fare. Ci lasciamo guidare dalla sensazione di scarsità o da altre paranoie e affolliamo la to-do list con compiti e occupazioni che non sono davvero utili, solo perché ci danno l’impressione di “mettercela tutta”.

Alla fine però tutto questo correre e voler fare mille cose contemporaneamente ci rema contro, perché perdiamo di vista ciò che conta davvero e ci toglie le energie che dovremmo invece investire in ciò che funziona per noi e per il nostro business.

Se ti sei lasciata fregare dalla sindrome di Wonder Woman, è il momento di semplificare per ritrovare un po’ di libertà  e avere un business che funziona meglio – facendo solo le cose che contano davvero per raggiungere i tuoi obiettivi e realizzare la tua visione.

Con il metodo che ti spiego qui sotto, semplificare il tuo business è quasi un gioco da ragazzi. Ti serviranno solo evidenziatori, penne colorate e qualche foglio – ma per rendere ancora più semplice il tutto, ho creato per te un fantastico workbook con le schede già pronte da compilare per svolgere tutti i passaggi.

 

Crea una master list delle attività

Prendi un foglio e crea un elenco di tutte le attività che svolgi per far funzionare il tuo business. Non limitarti a scrivere titoli generali, come “social media”. Crea una lista dettagliata: fatturazione, gestione email, ricerca immagini per i post… Non dimenticare nulla, perché anche l’attività più piccola ha il suo impatto sul quadro d’insieme.

 

Identifica ciò che ami (e detesti) fare

È il momento degli evidenziatori! Per iniziare, scegli un colore ed evidenzia tutte le attività che svolgi con piacere – siano le dirette su Facebook, la creazione di infografiche o qualsiasi altra cosa.

Poi, scegli un altro colore ed evidenzia tutte le cose che non ti danno gioia. Quelle che fai solo perché hai sentito dire che sono fondamentali per avere successo. Hai lanciato un podcast ma detesti parlare in cuffia senza aver davanti il tuo interlocutore? Le dirette su Facebook ti fanno venire voglia di fuggire in Madagascar? Sii onesta con te stessa, perché sei l’unica persona a cui devi rendere conto.

Se nella master list ci sono attività che ti sono indifferenti, non evidenziarle in alcun modo.

 

Identifica ciò che porta (e non porta) risultati

Adesso prendi le penne colorate. Scegli un colore e sottolinea tutte le cose che fai e che sembrano portare risultati concreti e positivi per il tuo business. Con un altro colore, sottolinea le attività che invece non stanno dando frutti.

In questo passaggio, considera tutte le voci della master list.

 

Ridefinisci le priorità

Come raccontavo qui, stabilire le giuste priorità è fondamentale per essere produttiva e far crescere il tuo business senza rinunciare alla salute mentale. E ora che hai fatto chiarezza, è facile come bere un bicchier d’acqua.

Prendi un nuovo foglio e, consultando la master list, crea un elenco di tutte le attività che svolgi con piacere E che portano risultati. Ecco: questo è l’elenco delle attività prioritarie per il tuo business, quelle da svolgere con il 100% di energia e motivazione da oggi in poi.

 

Semplifica il tuo business

Ora che hai capito su cosa devi concentrarti per far funzionare meglio il tuo business, dedica la tua attenzione alle attività che eviteresti e che ti sono indifferenti.

Per prima cosa, decidi se ci sono elementi che vuoi eliminare in ogni caso perché non sono in linea con il tuo modo di essere o con la tua visione a lungo termine – e cancellali senza pietà. Imporre a te stessa di seguire le regole dettate da altri non ti renderà più felice né ti garantirà il successo. Anzi: se vivi ogni video su YouTube e ogni post su Instagram come un obbligo, chi ti segue noterà la forzatura e reagirà con diffidenza.

Una volta eliminato ciò che non vuoi portare con te nel futuro, valuta le voci rimanenti.

Identifica le attività a cui non ti dedichi con piacere MA che portano risultati. Magari si tratta di cose che amavi fare in passato, come ad esempio scrivere articoli per il tuo blog, ma che ora apprezzi meno perché ti richiedono molto tempo che potresti invece dedicare a sviluppare quel corso on-demand a cui pensi da tanto tempo. Queste attività possono essere semplificate delegando a un professionista, affinché possano continuare a portare risultati positivi per il tuo business senza però che sia tu stessa a dovertene occupare.

Per concludere, guarda le attività che non stanno portando risultati. Per ciascuna, decidi se:

  • Eliminare del tutto, per fare spazio ad altre attività più remunerative e consolidate.
  • Delegare, per verificare se possono funzionare meglio con il supporto di un professionista.

 

Ecco fatto! Ora non ti resta che creare un piano per delegare le attività che hai scelto di affidare ad altri, per iniziare da subito a cercare i collaboratori perfetti per te e poter lavorare meglio ogni giorno.

Salva questo articolo su Pinterest: