Costruire una visione per il tuo business: chiarirti le idee sul tuo progetto imprenditoriale

Mag 20, 2024 | Business

Il lavoro sulla visione è tra i più trascurati quando si tratta di business, eppure è quello più necessario in assoluto: nella maggior parte dei casi, le attività che falliscono lo fanno proprio perché non hanno sviluppato prima di tutto una visione chiara per il futuro del progetto, o se l’hanno fatto si sono perse lungo la strada allontanandosi con le azioni da quella visione originaria.

Perché costruire una visione è importante

Se non hai un’idea chiara del tuo punto d’arrivo, pensi forse di poterci arrivare?

La risposta è facile ed è no, perché sarebbe come prendere un treno e andare da qualche parte senza decidere in anticipo dove: sicuramente da qualche parte arriveresti, ma difficilmente avresti la fortuna sfacciata di capitare casualmente proprio nella città in cui desideravi andare.

Quindi, perché il tuo business diventi veramente quello che vuoi, è fondamentale costruire una visione finale di quello che vuoi che diventi.

Differenza tra visione e obiettivi

Prima di iniziare a lavorare sulla tua visione è importante capire esattamente cos’è e cosa non è: innanzitutto, una visione non è un obiettivo ma un sogno, o meglio un insieme di sogni che abbiamo per il nostro futuro remoto.

La visione è fatta dallo stile di vita che sogni, i raggiungimenti che vuoi ottenere col tuo business per poterlo definire un successo ai tuoi occhi, i sentimenti che vuoi provare nel quotidiano, le cose che desideri realizzare nel mondo sviluppando appieno il tuo potenziale nel corso di molti anni, l’immagine della persona che sarai e ti sentirai alla fine di quel processo.

Mentre l’obiettivo tipicamente è un po più a breve termine, è molto specifico, ha a che fare con azioni pratiche e ha una scadenza, la visione è lontana nel tempo, è ampia e composita, non ha a che fare con le azioni ma con i desideri e non ha una scadenza precisa che puoi fissare per realizzarla.

Differenza tra visione e missione

La visione ha anche a che fare con come immagini il mondo in modo ampio e non è equivalente alla missione del tuo business, che in genere è circoscritta a una trasformazione specifica che ti impegni a operare nel mondo attraverso il tuo business.

Nel mio caso ad esempio la visione che che io ho per quanto riguarda il mondo è quella di un luogo in cui tutti hanno la stessa possibilità di realizzare se stessi, tutti hanno le stesse opportunità di accesso al successo che desiderano, tutti hanno la stessa opportunità di esprimersi come meglio credono e per quella che è la loro vera natura, liberi da etichette.

La mia missione ha a che fare solamente con una parte di questa visione perché non ho scelto di lavorare genericamente su questa uguaglianza che desidero ma mi sono focalizzata in particolare sulla disparità di genere, e quindi la missione che ho scelto rappresenta solo una parte di quella visione del mondo che ho.

La mia missione di contribuire a ridurre la disparità di genere guida il mio lavoro in modo che possa avere un impatto su quell’aspetto specifico, e di conseguenza rende il mondo, un passo alla volta e una donna che lavora con me alla volta, più vicino alla mia visione finale.

Costruire una visione: come chiarirsi le idee

Per sviluppare la visione giusta per te, quella che ti garantirà una vita felice e un business di successo secondo quelli che sono i tuoi standard personali e non quelli imposti dagli altri, devi partire dai sogni impegnandoti a non farti influenzare da nessuna pretesa di realtà.

Basarti sulla realtà di quello che è possibile per te ora è importante quando stai definendo degli obiettivi, ma è un errore quando devi costruire una visione per il tuo business: la visione è la stella polare che guiderà la tua attività e la tua vita per molti anni, e se desideri cambiare la tua situazione attuale la tua bussola deve puntare ben lontano da quella situazione, altrimenti ti sarà impossibile creare la nuova realtà che desideri per te.

Quando immagini il futuro a cui tendere col tuo progetto imprenditoriale, quindi, immagina di avere una bacchetta magica dai poteri illimitati: se potessi usarla per superare ogni limite e ostacolo, che vita avresti? Che persona saresti, quanto guadagneresti, che lavoro faresti e come, come ti vedrebbero gli altri e come ti sentiresti nella tua quotidianità?

Mettiti d’impegno a sognare sul serio e, per iniziare a chiarirti le idee una volta per tutte, lasciati guidare da Visionaria, il mio workshop gratuito con cui puoi iniziare a lavorare su ogni aspetto della tua visione di vita e di business. 

 

Come mantenere la connessione con la propria visione

Se hai sviluppato la visione a lungo termine più meravigliosa e particolareggiata del mondo ma poi dopo due giorni ti dimentichi della sua esistenza, mi dispiace dirti che il lavoro fatto non ti servirà a un bel niente: per questo, mantenere una connessione costante con la tua visione senza perderti nel fare e nelle richieste che ti arriveranno dal mondo esterno è essenziale al successo del tuo business.

Dopo aver fatto i compiti del workshop Visionaria e aver scritto la tua visione in ogni dettaglio, registrati mentre leggi a voce alta ciò che hai scritto e, una volta al giorno, trova cinque minuti per ascoltare quella registrazione.

Cinque minuti puoi trovarli sempre, fosse anche solo mentre sei al bagno, e credimi quando ti dico che se li userai per questa breve pratica in compagnia della tua visione vedrai cambiare il tuo business e la tua vita in modi che non avresti mai immaginato, e in tempi ben più rapidi di quelli che avresti creduto possibili prima di dedicarti a questo appuntamento quotidiano coi tuoi sogni.

Questa pratica ti aiuta anche a mantenere il tuo focus più all’interno che all’esterno: è facile smarrire la strada se invece di ricordarti costantemente quello che desideri tu ti lasci distrarre dai suggerimenti del guru di turno o dai post delle influencer che segui sui social, quindi non trascurare mai questo spazio di riconnessione quotidiana con te.

Inoltre, non dimenticare di passare ogni azione che stai pensando di fare per il tuo business al vaglio della visione: prima di fare quella cosa che stai pensando di fare chiediti se ha senso rispetto alla tua visione ed è allineata ai tuoi sogni, e solo se ti rispondi positivamente procedi, altrimenti scarta quell’azione o trova un modo di compierla che sia più in linea con la tua immagine del futuro.

 

Come il tuo presente influenza il tuo futuro

Non si può creare un futuro da sogno da un presente da schifo, quindi il lavoro di allineamento costante alla tua visione è estremamente importante sia nella scelta delle azioni da compiere, sia nel modo in cui scegli di compierle.

Il fatto che ciò che sogni per il tuo futuro non sia ancora disponibile per te adesso non significa che tu non possa puntare alla cosa più vicina a quel futuro che è possibile già oggi, e anzi, il segreto per trasformare la tua visione in realtà è precisamente questo.

Se ad esempio nella tua visione del futuro sogni di fare yoga ogni giorno con un insegnante che viene a casa tua a darti lezioni private ma al momento non hai una lira per poterlo pagare, puoi però iniziare a fare yoga tutti i giorni seguendo dei video gratuiti su YouTube.

Se sogni un giorno di poter rispondere alle mail nel tuo business solo una volta a settimana perché nel resto del tempo ci penserà il tuo team ma ancora non puoi permetterti un team, puoi comunque dedicare un solo giorno a settimana a questa attività impostando un autoresponder che spiega alle persone che rispondi alle mail solo il venerdì e quindi riceveranno la tua risposta quel giorno.

Se l’emozione che desideri provare nella tua quotidianità è la libertà, ricordatene ogni giorno dedicando anche solo dieci minuti a coltivarla: forse non puoi ancora fare il giro del mondo che sogni, ma magari puoi passare qualche minuto a guardare un video su uno dei posti che visiterai quando potrai, dando così ulteriore respiro e consistenza al tuo sogno.

 

Se hai paura di sognare in grande

Se ti rendi conto che hai paura di sognare in grande e che quindi non riesci a definire una visione a lungo termine ma solo degli obiettivi a breve termine, la strada non è tarpare le ali alla tua visione creandola in piccolo ma è lavorare sulla tua paura.

    • Innanzitutto, impegnati a capire da cosa dipende: temi di fallire, e quindi preferisci non provare nemmeno a sognare per non rischiare di rimanerci male? Hai paura del successo perché potrebbe costringerti a rivedere le tue convinzioni su di te e sul mondo, o ti porterebbe a faticare troppo o essere troppo visibile, o ancora perché credi che il tuo successo danneggerebbe le persone che ami perché non rispecchierebbe le loro aspettative su di te? Identifica le cause della tua paura, perché è lavorando su quelle che potrai superarla.
    • Lavora sulla tua autostima: se non ti senti capace di fare niente e l’idea di provare a fare qualsiasi cosa nuova ti terrorizza, è naturale che tu abbia paura. Prenditi cura quindi del tuo amore per te, della sensazione di valere per ciò sei e non per quello che fai o che ottieni, e vedrai che tutto diventerà più facile, anche affrontare la paura.
    • Sforzati comunque di fare qualche piccolo passo, anche se questo ti fa sentire spaventata: anche quello del sogno è un muscolo che va allenato, e così come quando impariamo a camminare cadiamo spesso e impieghiamo del tempo a capire come restare in equilibrio, lo stesso accade con i sogni. Impegnati a sognare ogni giorno qualcosa di più di quello che ti concedevi fino a ieri, e pian piano diventerà sempre più facile immaginare un futuro diverso.
    • Coltiva l’entusiasmo: quando sei eccitata al pensiero di qualcosa di bello rimane poco spazio per la paura quindi, se dedichi un po’ di tempo ogni giorno a visualizzare qualcosa che ti piacerebbe un sacco, piano piano la bellezza di quello scenario ti spingerà a essere più coraggiosa davanti ai tuoi timori. Se non riesci ancora a immaginare da sola dei futuri possibili lasciati ispirare dalle immagini: guarda video o immagini d’ispirazione su YouTube o Pinterest, e lascia che accendano il tuo entusiasmo e la tua capacità di desiderare.
    • Circondati delle persone giuste: se passi tutto il tuo tempo con dei pesantoni che non fanno altro che lamentarsi, che credono che cambiare la propria vita sia impossibile e che le cose belle capitino solo agli altri beh, è ovvio che tu abbia paura di sognare! Inoltre, ogni volta che parlerai a voce alta dei tuoi sogni troverai qualcuno pronto a demolirmi, rinforzando i tuoi timori. Inizia quindi a circondarti di persone più ottimiste, che credano nella possibilità di plasmare la propria realtà e che siano pronte a sostenere i tuoi sogni in ogni momento.

Parti dalle cose giuste

Un errore comune quando si lavora sulla propria visione di business è occuparsi solo degli aspetti lavorativi: ma non siamo al mondo solo per lavorare, e la tua attività dovrebbe supportare la vita che sogni di vivere, non consumarla.

Per questo il lavoro di visione deve sempre partire non dal business ma dalla vita che desideri, dalle emozioni che vuoi provare, dai particolari delle giornate che vuoi vivere, dalla persona che sogni di essere, dal mondo che vuoi contribuire a creare.

Focalizzati quindi innanzitutto su queste cose, e solo dopo che avrai le idee chiarissime a riguardo passa al lavoro sulla tua attività.

 

Dedicati a ogni aspetto della visione

Nel lavorare alla tua visione di business ci sono dieci pilastri che non puoi trascurare:

 

    1. Responsabilità
    2. Missione e motivazione
    3. Mentaità imprenditoriale
    4. Energia
    5. Relazione
    6. Soluzione
    7. Unicità e creatività
    8. Facilità
    9. Pianificazione
    10. Comunicazione

Puoi approfondirli scaricando questa checklist per capire cosa ognuno di questi rappresenta, e questa masterclass ti aiuta a definire la tua visione rispetto a ognuno dei pilastri facendo un vero e proprio piano d’azione.

ISCRIVITI A REST E IMPARA FINALMENTE A GODERTI LA VITA CON LA PRESENZA CHE SOGNIPARTECIPA AL CORSO