Gestire i soldi © Giada Carta

Gestire i soldi al meglio è assolutamente fondamentale se sogni di averne di più e se vuoi iniziare a coltivare col denaro una relazione più sana e felice, fatta di fiducia e abbondanza anziché di ansia e scarsità.

È anche vero però che, al di là di ciò che impariamo grazie all’esempio dei nostri familiari, non ci viene mai data un’educazione vera e propria su come gestire i soldi, ed è per questo che nel post di oggi ho pensato di suggerirti tre semplici azioni da cui partire per imparare a farlo.

 

1. Registra entrate e uscite con costanza

La prima da cosa da fare se vuoi gestire bene i soldi è averne il pieno controllo: è fondamentale quindi iniziare a tenere traccia di tutte le tue entrate e, soprattutto delle tue uscite.

Usa un Kakebo come questo o un Budget Book come questo se sei un’amante della carta, oppure un file Excel se preferisci il formato digitale: l’essenziale è che tu prenda l’abitudine, ogni giorno, di tirare fuori dal tuo portafogli ogni scontrino e di guardare quotidianamente i movimenti del tuo conto Paypal o della tua carta di credito per annotare ogni spesa.

Dividi le spese per tipologia: più sei specifica e meglio è, ma se non sei abituata a tracciare le tue spese sarà sufficiente anche solo iniziare per macro categorie in modo da chiarirti quali sono tra le spese che fai quelle effettivamente indispensabili e quelle relative invece agli sfizi.

Dedicati a questo esercizio con costanza per almeno un mese intero, e alla fine mettiti seduta e fatti un’idea di dove finiscono i tuoi soldi.

 

2.Decidi come vuoi spendere

Ora che sei un po’ più consapevole di come maneggi i tuoi soldi, impegnati a darti degli obiettivi scegliendo in anticipo come spenderli da questo momento in poi.

Fai quindi una lista delle cose in cui ti piacerebbe davvero spendere i tuoi soldi, e mi raccomando, falla immaginando di essere ricchissima e non pensando alle tue reali possibilità del momento: questo è molto importante perché spesso probabilmente tendi a buttare via i soldi in cose che danno una gratificazione istantanea anziché tenerli per ciò che per te conta davvero, e il risultato è che poi ti senti povera perché non puoi mai permetterti quello che sogni veramente.

Ad esempio, se per te la cosa più importante è un viaggio di un mese che al momento non puoi assolutamente permetterti è fondamentale che quello sia in cima alla tua lista, altrimenti probabilmente continuerai a comprare vestiti, che non ti servono davvero ma che costano meno e ti puoi permettere subito, e che ti gratificano sul momento ma non sono la cosa a cui tieni di più.

Quando hai finito di scrivere la tua lista, stabilisci per ogni voce un budget mensile da accantonare o spendere. Prevedi innanzitutto il budget per le spese di sopravvivenza e poi, a scalare, un budget per ogni voce in ordine di priorità. Ad esempio, se disponi grosso modo di 1000€ al mese e 500€ se ne vanno nelle spese di sopravvivenza come affitto, cibo e bollette, suddividi gli altri 500€ sulle varie voci della lista in ordine di importanza finché i soldi non finiscono.

Se, per esempio, nella tua lista ci sono in ordine d’importanza “risparmiare per comprare casa, viaggiare, fare un corso di yoga, mangiare fuori e così via, potresti mettere 250€ per la casa, 200€ per i viaggi e i restanti 50 per il corso di yoga. Vorrà dire che questo mese non mangerai fuori!

Questo naturalmente era un esempio puramente didattico e, dal momento che puoi stabilire tu i tuoi budget, non vuol dire che tu debba fare una vita di stenti, ma è fondamentale che tu sappia che quando vuoi avere più soldi non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca, perciò o guadagni di più o tagli da qualche parte, e il modo più indolore per fare questo è motivarsi attraverso la memoria costante delle proprie priorità.

Quando hai finito di stabilire i tuoi budget quindi ficca una copia della tua lista nel portafogli e una sul computer da cui rischi di fare acquisti online troppo avventati, in modo da avere un bel promemoria sott’occhio ogni volta che stai per comprare qualcosa: se quel qualcosa non è sulla lista non si compra baby!

 

3. Controlla regolarmente i tuoi soldi

Sia chiaro: se fai le cose che ti ho detto una volta e basta, non cambierà niente! Per far davvero crescere il tuo conto in banca è fondamentale mantenere regolarmente il controllo e la piena consapevolezza dei tuoi soldi.

Prendi quindi l’abitudine di metterti seduta una volta a settimana a fare i conti e dare un’occhiata al tuo saldo in banca, mantieni l’attenzione focalizzata sui tuoi budget, se necessario rivedi periodicamente la tua lista man mano che cambiano le tue priorità e mantieni il focus sulla tua relazione con i soldi, magari leggendo qualche libro interessante a riguardo.

Se non riesci a portare avanti queste tre cose o se da sole non bastano, probabilmente è perché le tue difficoltà rispetto ai soldi sono di carattere emotivo e non gestionale, e quindi devi lavorare sul tuo rapporto col denaro a un livello davvero profondo, per scardinare una volta per tutte ansie, paure e pregiudizi. È per questo che esiste Money!