Blog marketing efficace © Giada Carta

Probabilmente sai già quanto è importante avere un blog per far funzionare la tua attività: attraverso una produzione costante di post hai l’opportunità di costruirti un seguito, di mostrare la tua competenza rispetto agli argomenti che tratti, di creare fiducia nei tuoi lettori e anche di migliorare l’indicizzazione del tuo sito nei motori di ricerca, che apprezzano le pagine aggiornate di frequente.

Il fatto però che il blog sia uno strumento di marketing utile non significa che sia indispensabile e, soprattutto, non significa che tu debba averlo per forza se poi la sua gestione rappresenta per te una tortura.

Come ho appena detto, il blog è solo uno di molti strumenti di marketing che puoi usare per promuovere la tua attività, e se capisci che non fa per te puoi benissimo farne a meno e puntare su strumenti diversi come video, eventi dal vivo, rubriche sui social media e molto altro.

Se detesti scrivere come poche altre cose al mondo, per esempio, trovo che non dovresti assolutamente avere un blog: la gente percepisce le emozioni che muovono i tuoi gesti, e scrivere un post di malavoglia è come quando vai in un negozio e trovi solo venditori che non hanno la minima voglia di essere lì e ti propongono prodotti in cui non credono affatto.

È vero o no che li sgami all’istante ed esci dal negozio in cerca di qualcuno più entusiasta, che ami davvero quello che vende? Ecco, con il blog è la stessa cosa, e se non ci sono amore e passione dietro la tua scrittura i tuoi lettori lo sapranno e probabilmente non leggeranno troppo volentieri i tuoi post, perciò a che pro sottoporti a tanta fatica?

Se questo è il tuo caso, lascia stare il blog e dedicati ad altre attività di marketing che ti piacciono di più e che quindi ti porteranno senza dubbio risultati migliori. Può anche essere però che a te scrivere piaccia ma che sia gestire il blog con costanza ed efficacia a risultarti estremamente difficile, e se il tuo caso è questo eccoti qualche consiglio per semplificare le cose.

 

Stabilisci la giusta frequenza di pubblicazione

Quello della scrittura è un muscolo che si esercita, come dicevamo qui, perciò più scrivi e più veloce diventerai a farlo. Se però in questo momento la scrittura di un post per il tuo blog ti richiede ancora ore di tempo evita di riempire il tuo calendario con mille articoli al mese altrimenti finirai per fare solo quello o, peggio, per non rispettare la frequenza di pubblicazione stabilita.

Essere credibile agli occhi dei tuoi potenziali clienti è fondamentale: tu ti fideresti a comprare da una che dice che scriverà sul blog una volta a settimana e poi non riesce a farlo, o penseresti piuttosto che se non è in grado di rispettare quella promessa probabilmente non ti garantirà nemmeno i risultati promessi dai suoi servizi?

Ricordati quindi che la tua credibilità è una delle cose più importanti: fermati a riflettere e a misurare quanto tempo ti richiede davvero la creazione di un post e poi imposta per il tuo blog una scadenza che puoi rispettare serenamente, contemplando anche qualche imprevisto. Man mano che ti velocizzerai nella scrittura potrai aumentare la frequenza di pubblicazione, ma intanto ti starai assicurando di pubblicare senza stress e con la regolarità promessa ai tuoi lettori.

 

Crea un calendario strategico e sensato

Visto che il blog è uno strumento di marketing ha senso solo se lo usi per vendere, altrimenti stai perdendo il tuo tempo. Questo naturalmente non significa che devi scrivere solo post in cui vendi qualcosa, anzi, ma significa che quello che scrivi deve parlare ai clienti che sogni e deve raccontare di qualcosa che puoi collegare in maniera armoniosa ai prodotti o a i servizi che proponi.

Naturalmente per raggiungere i tuoi obiettivi economici devi scegliere di volta in volta quali servizi o prodotti spingere, e capisci bene che se decidi di puntare sul tuo pacchetto di tre consulenze sui fiori di Bach non ha molto senso che i tuoi post parlino di oli essenziali, è vero o no?

Impegnati quindi a creare un calendario editoriale sensato e con una strategia come dicevamo qui, partendo da quello che vuoi vendere e scegliendo i temi dei tuoi post in accordo per tutto il tempo in cui dovrai lanciare e promuovere quel prodotto o servizio.

 

Ottimizza il tempo con un flusso di lavoro che funziona

Dell’importanza di avere un flusso di lavoro abbiamo già parlato qui, e il blog è uno degli aspetti in cui è più importante tracciarne uno e usarlo per essere più produttive. Nel post che ti ho appena indicato puoi scaricare il mio per vedere se funziona anche per te, ma se così non fosse impegnati a monitorare e mettere per iscritto la sequenza di azioni che fai tu per creare e pubblicare un post nell’ordine in cui le fai e usala come una checklist per procedere più in fretta nel lavoro.

 

Agisci d’anticipo

A volte, se siamo abituate a scrivere i post giorno per giorno, non riusciamo a rispettare il calendario editoriale perché qualche imprevisto ce lo impedisce: magari ti viene la febbre proprio in quel martedì in cui dovevi pubblicare qualcosa et voilà, non sei in grado di scrivere e il post salta.

Per evitare situazioni come questa ed essere molto più rilassata nella gestione del tuo blog ti consiglio di abituarti a lavorare per blocchi di attività, come dicevamo qui, e a tenere sempre qualche post di riserva per le emergenze.

Trova almeno un giorno o due ogni mese da dedicare solo alla scrittura e impegnati a produrre tutti i post del mese successivo in una volta, in modo da averli già pronti e doverli solo programmare e cercando di arrivare ad essere sempre in anticipo di un mese con la tua produzione. Per fare un esempio pratico, a gennaio dovresti scrivere i post per marzo e programmare la pubblicazione di quelli di febbraio che avrai già scritto a dicembre. Chiaro il concetto?

Si, questo metodo richiede pianificazione e soprattutto una visione d’insieme. No, non è facile implementarlo ma se inizi a provarci alla fine ci riuscirai e no, avere una visione che vada oltre i prossimi quindici giorni non è impossibile ed è peraltro l’unico modo per garantirti che il tuo business spacchi.

Un’altra cosa che puoi fare per avvantaggiarti nell’organizzazione è seguire l’onda della creatività scrivendo comunque i post che ti vengono in mente in maniera estemporanea e che non rientrano in quel momento nel tuo calendario editoriale. Tienili da parte e pubblicali uno alla volta quando ti capiterà di non riuscire a scrivere per qualunque motivo, magari perché vai in vacanza o perché sei stanca o ammalata.

 

Fai crescere il tuo blog

Scrivere e pubblicare e basta non ti garantisce che il tuo blog si riveli davvero uno strumento di marketing utile: perché lo sia deve ricevere un bel po’di traffico, quindi impegnati a crearlo.

Per riuscirci puoi condividere i tuoi post sui social media più e più volte e senza dimenticare i post ormai d’archivio, inserire link nei nuovi post per rimandare a quelli vecchi, creare un feed a cui le persone possono iscriversi per ricevere i tuoi post direttamente nelle loro caselle di posta (hey, questo è il mio a proposito, iscriviti se non vuoi perderti i miei post settimanali!), fare un riepilogo delle ultime cose che hai scritto nella tua newsletter, fare rete con altre professioniste con qualche guest post l’una sul blog dell’altra e così via.

Se hai trovato utili questi consigli e ti piacerebbe riceverne molti altri ma soprattutto avere un confronto con me e una strategia pratica e mirata per far crescere il tuo blog e il tuo business a 360°, puoi regalarti un giorno di Soulful Marketing.

18 Condivisioni