Quando si lavora in proprio, e soprattutto quando si è agli inizi, sembra di stare su una giostra: ci sono giorni in cui siamo cariche a mille e altri in cui riusciremmo a ottenere il titolo di Miss Cenerentola del millennio senza passare dal via.

Nei periodi in cui tutto sembra andare storto, arrovellarsi sulle cose che non vanno è inutile e dannoso. Al contrario, è importante conservare e coltivare la gratitudine per rimettere le cose nella giusta prospettiva e ritrovare l’energia e la motivazione necessarie a superare gli ostacoli che ci sembrano insormontabili.

Come si fa? Facile: iniziando proprio dalle persone che ci hanno permesso di arrivare dove siamo, al di là di noi stesse ovviamente.

E non si tratta di fare un discorso tipo assegnazione degli Oscar ringraziando qualche divinità e tutti i nostri amici, bensì di dimostrare il nostro apprezzamento nei confronti delle persone senza le quali il nostro business non esisterebbe: i nostri clienti.

Perché è vero che se sei fortunata hai accanto una famiglia, degli amici e dei mentori sempre pronti a tenderti la mano quando stai per sprofondare nel vortice delle pippe mentali. Ma se non ci fossero i clienti tu non lavoreresti, punto e basta.

I clienti sono forse la fonte di gratitudine che più di tutte diamo per scontata nel business. Da un lato perché i nostri bias percettivi ci rendono difficile accogliere la loro gratitudine   e dall’altro perché siamo abituati a pensare che aprire un’attività significhi automaticamente avere dei clienti. Ma non è così – e il fatto che tantissime imprese non superino mai la fase di start-up ne è la prova schiacciante.

Quindi: prima di affogare la frustrazione nel gelato alla crema e in una lobotomia gentilmente offerta da Netflix, prenditi un po’ di tempo per concentrarti sui millemila motivi per cui essere grata ai tuoi clienti qui e ora.

Trova un posto tranquillo in cui ti senti a tuo agio, come ad esempio il tuo ufficio, una panchina del tuo parco preferito o il bar dove fai colazione tutte le mattine. Concediti qualche minuto per liberare la mente dalle paranoie e fai qualche respiro profondo rievocando alla mente un’immagine che associ al tuo cliente ideale. Poi metti nero su bianco le tue affermazioni di gratitudine, iniziando ogni frase con “Sono grata ai miei clienti perché…”.

È un esercizio semplice ma proprio per questo efficace.
Hai bisogno di ispirazione? Ecco alcune delle mie risposte:

  • Sono grata ai miei clienti perché lavorare per loro mi permette di realizzare me stessa e dare il mio contributo al mondo.
  • Sono grata ai miei clienti perché scegliendo di lavorare con me dimostrano di condividere i valori in cui credo e che voglio portare avanti con il mio business.
  • Sono grata ai miei clienti perché il mio benessere economico dipende anche da loro.
  • Sono grata ai miei clienti perché la loro fiducia mi sprona a crescere e migliorare come professionista e come persona.
  • Sono grata ai miei clienti perché i loro feedback mi aiutano a capire come andare sempre più incontro alle loro esigenze.

Quando avrai completato l’elenco, non lasciarlo a prendere polvere in un cassetto.

Impegnati a dimostrare ed esprimere la tua gratitudine verso i clienti con piccole attenzioni e gesti quotidiani, come quelli che trovi nella to-do list ad alto tasso di riconoscenza che ho preparato per te.

Puoi scaricarla gratuitamente, ti darà tanti spunti per ringraziare i tuoi clienti nella pratica ed è il mio regalo per ringraziare te che stai leggendo questo articolo: la gratitudine, così come la prosperità e l’abbondanza, è un circolo virtuoso che si amplifica con uno scambio di dare e ricevere. Provare per credere!

Salva questo articolo su Pinterest: