Se chiedessi “perché hai deciso di metterti in proprio?” a cinquecento donne, non riceverei due risposte uguali. Sono però pronta a scommettere che la regina delle motivazioni sarebbe la libertà.

Il desiderio di libertà può avere tante forme. A volte è la ricerca di un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata, per poter dedicare più tempo ed energie a ciò che è davvero importante per noi. In altri casi è il desiderio di guadagnare di più per poter realizzare un sogno importante come l’acquisto di una casa. Oppure è la volontà di realizzarsi attraverso un progetto di business che sia davvero allineato ai nostri valori.

Qualunque sia la tua definizione di libertà, però, lasciati dire una cosa: cambiare lavoro non basterà a ottenerla. Perché la libertà non è un dono divino pronto a caderti in testa dal cielo non appena ti accorgi di volerla. È invece una condizione che va costruita sbattendosi il giusto  ogni giorno e lavorando su noi stesse affinché le nostre azioni siano allineate ai nostri desideri. Perché tutto parte da te, come ti raccontavo anche qui .

Ma come si costruisce nel concreto la propria libertà?

Ecco cinque passi per iniziare.

 

Definisci la tua idea di libertà

Come dicevo anche prima, ciascuna di noi interpreta la parola “libertà” in modo unico in base alle proprie esperienze ed aspirazioni. Quindi devi innanzitutto fare chiarezza e capire cosa vuol dire, per te, “essere libera”. Se non sai cosa desideri, come puoi sperare di ottenerlo?

Prendi un quaderno e la tua penna preferita e trova un luogo tranquillo in cui riflettere senza distrazioni. Libera la mente e chiediti come sarebbe la tua vita se fossi davvero libera, come vivresti le tue giornate, cosa smetteresti di fare e a cosa invece dedicheresti le tue energie. Poi scrivi nero su bianco la tua definizione di libertà e appendila bene in vista, per aiutarti a restare concentrata sulla tua visione.

Non avere fretta di scrivere qualcosa solo per passare al punto successivo, perché così ti tiri solo la zappa sui piedi – e lo sai anche tu, vero? Prenditi il tempo che ti serve e se hai bisogno di più aiuto iscriviti ad Equilib(e)ra, il mio percorso gratuito che ti insegna a capire cosa significa per te essere libera e come fare spazio alle cose importanti nella tua vita. Chiarezza assicurata.

 

Metti la libertà al centro

Ora che sai che il prezzo della libertà è impegnarsi a costruirla, non hai più scuse per tergiversare. Una volta chiarito che cosa significa “essere libera” per te, raggiungere quello stato di grazia deve diventare la tua priorità numero uno.

Quindi: metti la libertà in cima alla lista delle cose importanti e inizia da subito a coltivare il terreno favorevole, creando nella tua vita e nel tuo business le condizioni pratiche che per te rappresentano questo ideale e che ti permetteranno di ottenerla. Magari iniziando con il liberarti delle fisse che ti hanno impedito di farlo sinora, come ad esempio…

 

Impara a organizzarti e pianificare

… questa. Ecco: quando sento la menata della persona che non ama pianificare perché è uno spirito libero e creativo mi parte l’embolo. Perché se c’è una cosa che ti garantirà di non essere MAI libera è proprio rifiutarsi di pianificare per seguire l’ispirazione del momento.

Organizzarsi non significa perdere la spontaneità, rinunciare alla creatività o altre baggianate. Come ti raccontavo qui, sapersi organizzare ti permette di far fronte alle scadenze e ai doveri senza disperderti, gestendo meglio il tempo che dedichi al lavoro per avere più tempo da dedicare alle attività spontanee che ti danno piacere. Ci siamo capite?

 

Pensa innanzitutto a te stessa

Per raggiungere la libertà, è anche necessario un po’ di sano egoismo.

Siamo programmate sin da bambine a cercare di soddisfare le aspettative degli altri, a fare ciò che le persone e la società si aspetta da noi senza dare troppo nell’occhio e senza uscire dal gregge. Se vuoi davvero creare la tua libertà, devi anche liberarti di questi preconcetti e di tutte le briglie sociali che ti costringono a mettere i tuoi bisogni e desideri sempre al secondo posto.

Imparare a gestire il giudizio altrui e rimettersi al centro può essere complicato, specialmente se hai avuto un’educazione molto rigida. Puoi farti aiutare dall’archetipo di Demetra, lavorando per riportare il focus verso l’interno e accudire te stessa con lo stesso amore con cui presti attenzione ai bisogni degli altri.

 

Sentiti libera

Non si scappa: se vuoi che le tue azioni ti portino a raggiungere la libertà che desideri, devi prima di tutto sentire e coltivare il sentimento della libertà dentro di te.

Ma è più semplice di quanto pensi, sai? Perché l’idea della libertà è radicata a fondo nell’animo umano e ci sono mille cose che possono riportarci ad assaporarla, come:

  • Dedicare qualche minuto alla meditazione per rafforzare le tue intenzioni;
  • Rievocare la sensazione di libertà che hai provato durante un’esperienza significativa per ritrovare la motivazione quando ti senti sopraffatta da mille incombenze;
  • Fare pace con l’ozio e passeggiare immersi nella natura o guardando il mare;
  • Cucinare senza seguire una ricetta
  • Scrivere liberamente lasciandosi guidare dal flusso dei pensieri.

Quindi: inizia oggi stesso a lavorare su questo aspetto, impegnandoti a portare un po’ di libertà nelle tue giornate iniziando da quello che puoi cambiare con il minimo sforzo. Ti accorgerai subito che la libertà è inebriante… e che non potrai più farne a meno!

Hai ancora dei dubbi su cosa significhi per te “essere libera” e su cosa puoi fare nel concreto per realizzare la tua visione? Ti aspetto in Equilib(e)ra!

Salva questo articolo su Pinterest: