Che cos’è il fallimento? La tomba dell’ambizione, la fine dei tuoi sogni di conquista del mondo, un nemico molesto pronto a tenderti un agguato proprio quando sei a un passo dal raggiungere i tuoi obiettivi?

Per moltissime persone, è questo e anche peggio.

Perché nella nostra società tutto ruota attorno al successo (come ti raccontavo qui) e il messaggio tra le righe è che il fallimento è una cosa terribile di cui vergognarsi, e che in fondo è colpa tua perché non ti sei sbattuta abbastanza.

Questo però è una condizionamento tossico che ti hanno inculcato sin dai tempi della scuola, quando la maestra accompagnava l’insufficienza con commenti tipo “l’allieva ha buone potenzialità ma non si impegna”, non la realtà. E io adoro demolire i falsi miti, muahahah!

Quindi, cara businesswoman rampante alle prese con cento paranoie per la costante paura di sbagliare, apri bene gli occhi perché in questo articolo ti spiego come smettere di farti fregare da tutte le baggianate che ti hanno raccontato finora sul fallimento e come imparare ad accettarlo per quello che è: una parte naturale della vita, e quindi anche del business, e un’occasione per crescere e migliorare.

Non mi credi? Eppure è così. Pensa a quante volte sei caduta dalla bicicletta prima di poter fare il tuo primo giro del cortile con il vento nei capelli. O a tutte le volte che hai dovuto copiare il tuo vaso preferito prima di poterne disegnare una versione più vera del vero. Se non fossi mai caduta, non avresti certo imparato a mantenere l’equilibrio sul sellino. Se non avessi mai disegnato un vaso tutto storto, non avresti imparato a disegnare linee fluide e sinuose.

Potrei andare avanti all’infinito ma il succo è: fallire è inevitabile. E non capita soltanto a te perché sei un’inetta sfigata, ma dipende proprio dal fatto che stai facendo qualcosa. L’unico modo per evitare di sbagliare è non fare un bel niente. Mai. È questo che vuoi? Scommetto di no, altrimenti non avresti deciso di metterti in proprio.

Anziché temere il fallimento, impara a metterlo in conto e preparati ad accoglierlo nella tua vita con la gratitudine che si riserva a un buon maestro.

Se leggi le biografie delle persone che tutto il mondo considera “di successo” (e ti consiglio di farlo ogni volta che ti senti depressa per un fallimento), ti accorgerai che anche la loro strada è costellata da fallimenti. L’unica differenza è che queste persone hanno continuato a rialzarsi e riprovare, magari sbagliando millemila altre volte, finché non hanno raggiunto il successo.

Inoltre, come scrivevo qui, il successo non ti è dovuto per il solo fatto di essere nata o di aver aperto la partita IVA. Anzi, ti dirò di più: raggiungere il successo (qualunque sia la tua definizione di successo) non ti impedirà di fallire di tanto in tanto.

Anche un business solido e fichissimo può subire qualche battuta d’arresto per un lancio che cade nel vuoto o una partnership che non funziona, e l’unico modo per mantenere la mentalità giusta per il successo anche quando le cose vanno da schifo è imparare a considerare il fallimento come un prezioso (anche se un po’ ingombrante) compagno di viaggio.

Come dice un meraviglioso proverbio delle isole di Capo Verde, “sbagliare la strada serve a conoscere la strada” e un fallimento non ti condannerà per sempre alla miseria: invece di lasciarti trascinare dal pessimismo e gettare la spugna (perché questo sarebbe davvero un fallimento su tutti i fronti), sfrutta l’occasione per migliorare.

Chiediti che cosa non ha funzionato, quali sono gli errori che hanno portato al fallimento, e rifletti su cosa puoi fare diversamente (o non fare) la prossima volta. Che si tratti di andare in bicicletta, disegnare o creare il business dei tuoi sogni, mettere in pratica le lezioni che hai appreso dal tuo errore e andare avanti con fiducia e perseveranza è l’unico modo per ottenere davvero tutto ciò che vogliamo.

Sei arrivata fin qui e il discorso ti intriga, ma pensi che in fondo tutte queste belle cose non possano applicarsi a te? Ti sfido, sorella: guarda questo webinar senza censure in cui ti racconto come il mio successo sia nato proprio dai fallimenti peggiori della mia vita e come ho imparato dai miei errori per costruire il business e la vita che desideravo, alle mie condizioni. Ti prometto che sarà illuminante!