Libri sui tarocchi © Giada Carta

Se mi conosci sai che quando si tratta di tarocchi consiglio sempre, innanzitutto, un approccio intuitivo al mazzo che hai scelto: il modo migliore per imparare la divinazione con qualunque strumento infatti è abbandonarsi all’intuito e imparare ad ascoltarlo e, nel caso dei tarocchi, è importantissimo prendere confidenza con le immagini delle carte che hai scelto per capire cosa dicono a te prima di lasciarti influenzare da qualsiasi altra interpretazione.

Se però hai già svegliato il tuo intuito e maturato una buona relazione con lui ed è un po’che stai smanettando col mazzo che hai comprato è il momento di approfondire l’argomento studiando un po’, e quindi ho pensato di indicarti in questo post i libri sui tarocchi che preferisco.

Una piccola premessa: i tarocchi più diffusi sono quelli di Marsiglia, ed è sulle loro immagini che si basa la maggior parte dei libri. Io però uso molti mazzi diversi e il mio preferito in assoluto è quello dei tarocchi Motherpeace di Vicki Noble perché è perfetto per lavorare sul femminile e le immagini mi parlano moltissimo. Gli ultimi due libri di questo post quindi sono dedicati proprio a questo mazzo.

 

Tarocchi, il manuale completo, ed. Giunti

Se è da poco che ti stai dedicando ai tarocchi ti consiglio di iniziare con un testo generico come questo, che non è troppo complicato e ti dà una buona infarinatura sulla storia di queste carte, la divinazione, e i significati abituali degli arcani maggiori e minori.

Ricordati che la divinazione presuppone prima di tutto che sia tu a capire le risposte del tuo strumento, quindi non esiste un’interpretazione più giusta di quella che puoi dare tu: certamente conoscere i significati tradizionali dei tarocchi ti aiuterà a dare un senso alle tue letture più rapidamente, ma non dimenticare che a volte una carta può cambiare significato a seconda di quello che ti comunica e della sua connessione con le altre carte che hai pescato.

È per questo che ti consiglio di iniziare con un testo semplice che non veicola un’interpretazione troppo personale dei tarocchi, come questo della Giunti che trovi qui.

 

La via dei Tarocchi, di Alejandro Jodorowsky

Questo è un tomo da gustare poco alla volta ed è, a mio parere, uno dei migliori libri sui tarocchi in circolazione: l’autore fa una ricostruzione filologica interessantissima del mazzo originale dei tarocchi marsigliesi, e poi approfondisce le singole carte in una chiave molto psicologica.

È un ottimo libro in generale e te lo consiglio soprattutto se sei meno attratta dall’aspetto esoterico dei tarocchi e più interessata invece ad usarli come strumento di introspezione e crescita personale.

Per il suo stile di scrittura inoltre questo testo è perfetto per chi si sta avvicinando al tema, perché il linguaggio è contemporaneo e comprensibile, e non legato specificamente all’esoterismo. Trovi il libro di Jodorowsky qui.

 

I tarocchi, di Oswald Wirth

A ben pensarci credo che questo sia, tra tutti i libri sui tarocchi che ho letto, il mio preferito di sempre, ma certamente non è per tutti: innanzitutto ti consiglio di leggerlo dopo un po’ che stai lavorando con le tue carte, e certamente non come primo testo di riferimento.

L’autore infatti viene dall’ambito esoterico, il che si riflette molto nello stile di questo testo, e presenta i tarocchi approfondendo enormemente la simbologia di ogni carta. Questo approccio da un lato rende questo libro sostanzialmente la bibbia in materia di tarocchi, dall’altro però offre infiniti spunti di approfondimento che, se sei una neofita, possono essere scoraggianti e confusionari, perché all’inizio starai cercando di farti un’idea generale di come puoi usare e interpretare il tuo mazzo.

Questo libro quindi è l’ideale quando hai già studiato qualche testo più basilare e vuoi addentrarti di più nei dettagli della simbologia complessissima propria dei tarocchi. Lo trovi qui.

 

Madrepace, di Vicki Noble

Ufficialmente questo libro è stato scritto per approfondire un mazzo di tarocchi ben preciso, che peraltro come ti dicevo è il mio preferito e che ti consiglio quindi caldamente di esplorare se senti che le sue immagini ti chiamano, ma trovo che sia un testo utilissimo in generale, per la chiave di lettura al femminile che regala rispetto ai tarocchi.

L’autrice scrive con riferimenti costanti alle immagini delle proprie carte, ma questo non impedisce di cogliere la prospettiva generale in merito a ogni arcano maggiore e minore per trasporla su qualunque altro mazzo.

Soprattutto per quanto riguarda gli arcani minori ho trovato questo libro illuminante, e te lo consiglio caldamente se vuoi guardare ai tuoi tarocchi da un punto di vista più femminile. Lo trovi qui.

 

Madrepace Playbook, di Vicki Noble

Mentre il testo precedente può essere interessante a prescindere dal mazzo di tarocchi che stai usando, questo te lo consiglio solo se come me hai scelto le carte Motherpeace.

Si tratta di un libro molto pratico che ti regala diversi esercizi e consigli su come lavorare con le tue carte, ma approfondisce molto anche la simbologia del mazzo in chiave astrologica, visto che l’autrice è un’astrologa.

Essendo così concentrato su questa simbologia specifica quindi è magnifico se usi queste carte, ma poco utile con qualunque altro mazzo. Se anche tu hai le Motherpeace però non puoi fartelo scappare, lo trovi qui!

Se stai esplorando da un po’ i tarocchi sono certa che questi libri ti aiuteranno a proseguire nel tuo viaggio. Se invece ti affascinano ma ti sembra di non riuscire a connetterti con loro e a cimentarti in una divinazione decente, lascia un attimo perdere i libri e lavora per connetterti con il tuo intuito. Sarà tutto un altro mondo dopo!Salva

Salva

Salva