fbpx

Ostara nel business © Giada Carta

La festa dell’equinozio di primavera, anticamente chiamata Ostara, è quella da cui ha origine la moderna Pasqua. Questa giornata celebra l’equilibrio tra il giorno e la notte e il ritorno della luce che, dall’equinozio in poi, si fa sempre più presente regalandoci giornate più lunghe e temperature più calde.

È anche una festa della fertilità che celebra la terra che rifiorisce e per questo uno dei suoi simboli principali è l’uovo, che rappresenta la ciclicità e tutte le potenzialità della vita. Prende il nome da Eostre, dea germanica della fertilità associata alla primavera e alla rinascita e alla lepre come animale sacro, da cui ha origine la figura del moderno coniglio pasquale.

Uno dei rituali con cui Eostre veniva onorata durante l’equinozio di primavera era l’accensione di una fiamma che veniva custodita per l’intera notte e veniva spenta solo il giorno successivo, e che simboleggiava il ciclo inarrestabile della vita.

Un’altra dea a me molto cara connessa a questa festa è Estia, dea del focolare e della fiamma interiore. Estia ti insegna a trovare un centro solido a cui tornare costantemente, a trovare chiarezza ed equilibrio e a creare dei confini chiari tra te e il mondo esterno, creandoti attorno e dentro lo spazio di cui hai bisogno.

Ostara è il momento in cui i semi piantati a Imbolc iniziano a germogliare: per l’equilibrio che la contraddistingue è, come Mabon, un ottimo momento per fare bilanci, e per l’energia che si risveglia dentro di noi così come nella terra che ci circonda è il momento giusto per creare e agire, iniziando a trasformare i nostri sogni in realtà concrete.

 

A Ostara puoi:

  • Fare il punto sui tuoi obiettivi e su quello che puoi fare praticamente per raggiungerli.
  • Riflettere sull’equilibrio per capire dove manca nella tua vita e cosa puoi fare per recuperarlo.
  • Fare giardinaggio (o balconaggio!) ammirando i bulbi e le piante in fiore e sintonizzandoti con le energie della terra che rinasce.
  • Fare i biscotti con i fiori, come questi per esempio.
  • Inaugurare un quadernino delle idee, da portare sempre in tasca o in borsetta per annotare tutte le ispirazioni di cui questo periodo dell’anno è ricco.
  • Iniziare, se non lo fai già, a fare sport trovando un sistema che per te sia piacevole, come suggerivo qui.
  • Lavorare con dee vergini e attive come Estia, Artemide o Atena, per imparare a essere più centrata, focalizzata, determinata e organizzata.
  • Fare pulizia e rinnovare la tua casa fino a trasformarla esattamente in quella che desideri.
  • Tingere le uova naturalmente con curcuma, thè o mirtilli, come fanno qui.
  • Riflettere sul concetto di fertilità per scoprire cosa significa per te, e chiederti in quale aspetto della tua vita desideri creare più abbondanza in futuro.

 

Queste sono alcune piccole azioni che puoi fare per vivere l’energia di Ostara nella tua vita quotidiana, ma cosa puoi fare invece per celebrare questo momento anche nel tuo lavoro?

Vivere Ostara nel tuo business vuol dire fare tutto ciò che può propiziare la fertilità nella tua attività, e quindi liberare il tuo spazio di lavoro, imparare a gestire meglio il tempo, scegliere come far germogliare le tue vendite con il marketing migliore, e molto altro.

Per aiutarti a fare tutte queste belle cose e anche di più, portando una bella sferzata dell’energia magica di Ostara nel tuo lavoro, ho creato un fantastico workbook che puoi scaricare gratuitamente qui sotto.

Puoi stamparlo se preferisci oppure, se come me ami essere un po’ più ecologica e risparmiare carta e inchiostro, puoi anche compilarlo direttamente online. È il mio modo per regalarti un po’ della gioia frizzante di Ostara e e ci troverai dentro domande, rituali e attività creative da fare per portare la magia di questa festa nel tuo lavoro e farlo volare sempre più in alto.

Felice Ostara!

Salva

Salva questo articolo su Pinterest: