Come riprendere a leggere © Giada Carta

Quando le mie clienti arrivano da me perché fanno fatica a bilanciare lavoro e vita privata, una delle cose che più desiderano è riprendere a leggere.

Non trovano più il tempo di farlo, si dimenticano del loro desiderio tra un impegno e l’altro o, nel migliore dei casi, leggono solo ed esclusivamente testi legati al loro lavoro perdendo completamente la dimensione di sogno in cui una volta la lettura le conduceva costantemente.

È per questo che ho deciso di condividere con te tre semplici suggerimenti per recuperare il piacere della lettura, visto che sono certa che anche a te sia capitato almeno una volta di trovarti in questa situazione, e non vogliamo che capiti ancora vero?

 

Fai della lettura una priorità

Quello che succede quando sei sempre stata una lettrice forte è che, abituata a considerare la lettura un’abitudine quotidiana, non la metti mai in agenda perché “tanto leggo comunque tutti i giorni”.

Se fai così però prima o poi succede che la vita prende il sopravvento e puff, ti trovi a scoprire che è da un anno che non ti leggi nemmeno mezzo romanzo perché avevi altro da fare.

L’unica cosa da fare per rimediare ed evitare il ripetersi di questa tragica circostanza è fare della lettura una priorità, mettendola nella tua agenda a tutti gli effetti come se non fosse affatto un’abitudine.

Datti un tempo specifico (quotidiano, settimanale o mensile a seconda dei tuoi desideri) da dedicare alla lettura e mettilo nero su bianco in agenda, come faresti con un qualunque appuntamento.

Separa il tempo dalla lettura puramente ludica da quello delle letture legate al tuo lavoro, includendo le seconde nel tempo dedicato alla tua formazione, altrimenti fidati di me quando ti dico che ti ritroverai daccapo!

 

Datti un obiettivo

Ora che ti sei data un tempo, perché non darti anche un obiettivo? Se metti in agenda il tempo per la lettura la sera ma poi ti addormenti rovinosamente dopo mezza pagina sarà comunque un po’difficile portare a termine un romanzo prima di due anni, quindi proviamo a correre ai ripari.

Datti un tempo per leggere il libro che hai scelto e suddividi il numero di pagine del libro in questione per i giorni che ti sei data per leggerlo. Se per esempio vuoi leggere un libro al mese e questo mese hai scelto un romanzo di 300 pagine, per leggerlo in trenta giorni ti saranno sufficienti 10 pagine al giorno: facile, no?

Può sembrare un po’ossessivo compulsivo (e ovviamente trattandosi di me e dell’ amica che mi ha consigliato a suo tempo questo modo di procedere lo è), ma ti assicuro che se devi ingranare di nuovo con l’abitudine alla lettura funziona meravigliosamente.

Se ti piace l’idea puoi usare anche questa app che amo moltissimo, che ti permette di stabilire la tua sfida di lettura per l’anno in corso, di aggiornarla costantemente con i tuoi progressi e le tue recensioni e di scoprire un sacco di letture interessanti da fare grazie alla bella community che la popola.

 

Scegli le letture giuste in anticipo

Soprattutto se tendi a cadere nella trappola di fare solo ed esclusivamente letture legate al lavoro, è fondamentale scegliere in anticipo le letture che desideri fare per puro piacere.

In questo la app che ti ho consigliato può essere un valido aiuto, prova a esplorarne i consigli di lettura e scegli in anticipo i titoli che vorresti leggere quest’anno: mi raccomando, che tu scelga romanzi o saggi l’unica regola è che devono essere rigorosamente slegati del tuo lavoro, tutto ciò che è lavorativo è da considerare una lettura di formazione altrimenti non vale!

Fai una bella lista dei libri che hai scelto per la tua sfida di lettura di quest’anno e poi inizia a leggere dal titolo che ti ispira di più, seguendo il metodo della suddivisione quotidiana in pagine oppure semplicemente fissando il giusto tempo in agenda ogni giorno.

Se sei a corto di ispirazione puoi scaricare gratuitamente qui l’e-book del mio Goddess Bookclub, che raccoglie un sacco di consigli di letture magiche legate alla spiritualità o al femminile sacro e moltissimi approfondimenti scritti da me sui libri proposti. Buona lettura!

>> P.S. Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbe interessarti anche questo! <<