Rituale divinazione © Giada Carta

Se mi conosci da un po’sai che non mi stanco mai di dirti che nella divinazione la pratica è tutto, ma devo ammettere che ci sono anche altri fattori che contano, ad esempio il tuo stato d’animo.

Certo, la pratica ti insegna anche a entrare nel mood giusto a tuo piacimento quando devi divinare, ma se sei agli inizi questo può essere uno degli ostacoli più grandi: è per questo che oggi voglio suggerirti un piccolo rituale pre-divinazione, che puoi creare personalmente per assicurarti di iniziare a divinare nel migliore dei modi e senza interferenze da parte della tua paura o eccessiva razionalità.

Quello che ti regalo è il mio personale rituale pre-divinazione: non lo uso tutti i giorni se devo semplicemente pescare una carta d’ispirazione per la giornata, ma lo faccio con gioia e attenzione ogni volta che devo fare divinazione più a lungo e per indagare meglio una situazione o uno stato d’animo importanti.

 

Prepara lo spazio

Nella mia nuova casa ho la fortuna di avere un angolo speciale, nel mio studio, che uso ogni volta che devo fare divinazione: non sempre però questo è possibile e quindi è importante, se sei in giro o se non hai un posto preciso in casa dove metterti sempre, creare uno spazio che in qualche modo ti riconnetta all’istante all’azione della divinazione.

Io mi sono creata un piccolo kit che include un telo, un po’di palo santo, l’incenso e la candela che accendo sempre per divinare e un pezzo di ossidiana che ho trovato nella natura poco lontano da casa mia in Sardegna, che ha la doppia funzione di favorire la concentrazione e farmi sentire connessa alle mie radici più profonde.

Tu non devi necessariamente usare le cose che uso io, ma è importante che anche tu abbia un kit personale che ti aiuti a creare ovunque tu sia uno spazio preciso per la tua divinazione, che ti aiuti a cambiare subito stato di coscienza per prepararti a una connessione più profonda con te stessa.

Chiediti quindi cosa aiuta il tuo intuito e, una volta confezionato il tuo kit con tutto quello che ritieni necessario, sfoderalo ogni volta che ne hai bisogno, dopo aver fatto ordine attorno a te e assicurandoti di posare il tuo strumento per la divinazione sul tuo telo, all’interno dello spazio che avrai riempito con tutti gli oggetti che ti aiutano a entrare nello stato d’animo giusto per divinare.

 

Svuotati

Un’altra cosa fondamentale per una buona divinazione è eliminare il più possibile pensieri e sentimenti estranei alle tue domande, in modo da fare spazio al tuo intuito e al messaggio che vorrà darti dopo che le avrai poste.

Se come me hai sempre la mente molto sveglia e fai fatica a meditare perché continui a pensare oppure ti addormenti, prendi l’abitudine di tenere un quadernino a portata di mano ogni volta che devi fare divinazione: aprilo e riversa sulla carta tutto quello che hai in testa e nel cuore, finché non sentirai che sei più calma, vuota e scarica e che sei pronta a lasciare spazio alla tua voce più profonda.

 

Fai un po’di riscaldamento

A questo punto prendi in mano il tuo strumento, qualunque esso sia, e prima di iniziare la divinazione vera e propria fai una domanda preliminare chiedendogli qual è il modo migliore di affrontare la divinazione che stai per fare e a quali aspetti di te devi prestare attenzione per assicurarti di avere una risposta chiara e autentica.

Questo gesto serve non solo a entrare ulteriormente nel mood giusto per divinare, ma anche a chiarire quali sono i sentimenti e i pensieri che tu per prima stai mettendo in campo: se li avrai distinti prima da tutto il resto, sarà molto più facile riconoscerli quando faranno capolino durante la lettura e sapere con chiarezza quali aspetti della risposta che riceverai alle tue domande sono riflessi del tuo stato d’animo e quali invece fanno parte del messaggio autentico da parte del tuo intuito.

Allora, ti è piaciuto questo piccolo rituale? Se l’hai trovato utile e pensi che sarebbe bello approfondire ulteriormente la relazione con il tuo intuito, questo è il corso che fa per te.

26 Condivisioni