Regole business © Giada Carta

Quando lavoravo ancora da dipendente avevo un’idea ben precisa di come sarebbe stata la mia attività freelance: avrebbe contribuito a migliorare il mondo riempiendolo di donne in possesso di tutto il proprio potere personale, mi avrebbe lasciato un sacco di tempo libero da dedicare agli affetti e alle passioni e, soprattutto, mi avrebbe permesso di dedicarmi solo a cose che mi piacevano.

La realtà, almeno all’inizio, è stata ben diversa: tutto perfetto per quanto riguarda il mio contributo per migliorare il mondo, ma dovendo organizzare un intero business da sola e da zero il tempo scarseggiava e, soprattutto, sono stata ben presto risucchiata dentro logiche e regole che non mi appartenevano affatto e a cui tentavo con fatica di attenermi nella convinzione che fosse necessario per far decollare la mia attività.

Quello che è successo invece è stato che la mia attività ha decollato davvero quando mi sono riconnessa con la mia visione iniziale delle cose e quando ho deciso di creare, e seguire, le mie personali regole: anche Steve Jobs ha fatto così, e guarda dov’è adesso il suo brand.

 

Le regole che funzionano

Certo, ci sono cose che valgono per tutti se vuoi creare un business di successo: ti devi sbattere moltissimo, non devi mollare mai, devi offrire un servizio di qualità ai tuoi clienti, devi organizzare e pianificare il tuo lavoro secondo una strategia precisa e una visione chiara e devi impegnarti per farlo conoscere al mondo ma, entro questi doverosi limiti, puoi fare davvero ogni cosa come vuoi.

La capacità di vendere con successo ha soprattutto a che fare con la capacità di instaurare una relazione di fiducia con i tuoi potenziali clienti: i clienti sono persone e i rapporti tra persone sono regolati prima di tutto da una sottile alchimia, quella che non si sa descrivere a parole e che fa leva sull’intuito di ognuno di noi, quella che ti fa decidere davvero se comprare una cosa oppure no.

Se ti obblighi a gestire il tuo business forzandoti ad ogni costo a fare cose che non ti piacciono e seguire regole che non ti appartengono cosa pensi che percepirà il cliente dall’altra parte? Facile: percepirà esattamente l’insoddisfazione e la forzatura che ti porti dentro, e nessuno vuole comprare quelle.

Anziché sprecare energie nello sforzo di adattarti a quelle che secondo te sono le regole del mercato quindi, perché non provi a mettere quelle stesse energie nella creazione delle tue personali regole e nello sforzo di gestire il tuo business in un modo forse più faticoso e originale, ma senza dubbio più autentico e redditizio sul lungo periodo?

Per riuscirci, la prima cosa da fare è capire cosa desideri davvero, nel business e nella vita, e puoi farlo grazie a questo corso gratuito che ho creato per te: si chiama Deciditi! e ti insegna una volta per tutte a stabilire i giusti obiettivi su cui poi potrai costruire le tue regole.

 

 

Crea le tue regole personali per il tuo business

Inizia facendo una lista di tutte le cose che detesti fare e che per te rappresentano una forzatura. Quindi, evidenzia quelle che devi fare per forza e quelle che invece potresti evitare di fare, seguendo unicamente il tuo giudizio e, dove necessario, gli obblighi legali. Ad esempio, le fatture devi certamente farle per forza, però non devi per forza gestire un profilo Instagram: tuttavia, se ritieni che per il tuo lavoro sia assolutamente necessario, includi anche lui tra le cose da fare per forza e procedi.

Quando hai finito di stilare la tua lista, chiediti perché detesti fare quelle cose e metti la risposta per iscritto. Magari detesti gestire il tuo profilo Instagram perché non sopporti di stare sempre col telefono in mano a orari prestabiliti o magari perché proprio detesti fare le foto.

Se capisci che il problema sta nel modo in cui stai svolgendo una determinata attività, chiediti come vorresti davvero svolgerla se lasciassi via libera al tuo cuore e impegnati, da oggi, a svolgerla esattamente così.

Se invece il punto è proprio che detesti fare quella cosa valuta comunque l’ipotesi di eliminarla: Alexandra Franzen per esempio i social non li usa, e ha un business di successo comunque. Tutto si può fare, basta volerlo!

Il concetto di base è che, se il tuo business funziona ai tuoi occhi e fa stare bene te per prima, questa sensazione di benessere si diffonderà a macchia d’olio nel tuo pubblico con risultati impressionanti per le tue vendite. Forse l’idea di scostarti dalle cose che hai studiato o che vedi fare a tanti business di successo ti spaventa ma credimi, il coraggio di fare qualcosa di nuovo e autentico viene sempre premiato.

Capire quali sono le tue regole personali e come puoi cucirti addosso un business perfetto per la tua personalità raggiungendo attraverso esso il successo che desideri è forse la cosa più importante che facciamo nella mia community Soulfulpreneurs. Che fai, ci raggiungi?

> P.S. Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbero interessarti anche questi! <<

Salva questo articolo su Pinterest: