Trasformare la casa © Giada Carta

Non so tu, ma io ogni tanto vengo colta da un’irrefrenabile voglia di cambiamento che si estende irrimediabilmente anche all’ ambiente che mi circonda: ma come fare a trasformare la casa senza trasformare troppo anche il portafogli? Oggi voglio raccontarti proprio quali sono i tre gesti low cost che faccio io più o meno a ogni cambio di stagione.

 

1. Butta come se non ci fosse un domani

Niente smuove le energie come un po’ di sano decluttering! Tenere in casa oggetti che non amiamo per i più svariati motivi (da “potrebbe sempre servire” a “è orrendo ma me l’ha regalato mia madre”) fa sempre e solo male. No, non dirmi che tu nel tuo disordine creativo sai sempre dove trovare tutto, perché ti credo anche benissimo ma è dimostrato che il disordine non aiuta la felicità.

Vivere e lavorare in stanze ordinate e contenenti solo oggetti che davvero amiamo invece aumenta i livelli di gioia e produttività, quindi anche se mettere a posto è faticoso fidati di me, hai solo da guadagnarci! Armati di pazienza e, stanza dopo stanza, liberati di tutto quello che ha fatto il suo tempo.

Se non hai ancora letto questo libro sappi che può essere un valido supporto: l’autrice secondo me è un po’matta (se leggi il libro prova a dirmi che non sei d’accordo con me), ma trovo molto valido il suo approccio che suggerisce di concentrarsi, durante la scelta degli oggetti, su quello che si vuole davvero tenere perché lo amiamo piuttosto che su quello che vogliamo buttare.

Se poi proprio sei indecisa, ficca in una scatola le cose che temi potrebbero mancarti e scrivici sopra la data. Se entro la scadenza che ti sei data non hai avuto bisogno di tirar fuori qualcosa dalla scatola, buttala o donala tassativamente senza riaprirla.

 

2. Chiediti come vuoi sentirti veramente

Spesso amiamo convincerci che quello che non ci piace di casa nostra sia legato ai soldi, perché se ne avessimo di più potremmo risolvere tutti i nostri problemi: ma sei proprio sicura?

Prova a immaginare di essere miliardaria e di poter avere la casa che vuoi: sicuramente sarebbe più grande di quella che hai adesso e sarebbe arredata in modo molto più figo, ma a quale scopo? Non è una domanda provocatoria, è una domanda molto seria che serve a farti capire quale bisogno c’è dietro ai tuoi desideri legati alla casa.

Magari se fossi miliardaria avresti un letto pieno di cuscini soffici e ci dormiresti avvolta da lenzuola di seta: vuol dire che hai bisogno di comfort. Magari avresti un giardino in cui passeresti ore a curare le tue piante: vuol dire che hai bisogno di contatto con la terra.

Fatti questa domanda rispetto a ogni stanza e, una volta individuato come davvero vorresti sentirti nei vari ambienti, prova a capire cosa deve cambiare nelle stanze di casa tua perché in ognuna di esse tu possa davvero sentirti come desideri.

 

3. Sposta e rinnova

Adesso che hai eliminato il superfluo e hai capito come davvero vuoi che sia la tua casa, passiamo alla trasformazione vera e propria.

Se hai scoperto che ti serve effettivamente un mobile in più per tenere qualcosa più in ordine, mettilo a budget e appena puoi compratelo. Se invece non ti serve più spazio ma solo un po’di aria di novità, prova a spostare mobili e oggetti o a rinnovare qualcosa di vecchio con un po’di creatività: io ad esempio avevo in casa un’orrida scarpiera bianca con delle piccole maniglie argentate che detestavo vedere ogni volta che entravo.

Così ho comprato delle maniglie nuove di legno giallo e un po’di smalto viola, l’ho ridipinta e ho sostituito i pomelli ed è come se ora avessi un mobile nuovo di zecca alla modica cifra di circa sette euro; e la gente mi fa pure i complimenti chiedendomi dove abbiamo comprato la scarpiera nuova!

Insomma, spesso basta davvero poco per trasformare la casa e sicuramente se ci pensi un momento ti verranno tante idee, e poi se vuoi fare sul serio puoi rivolgerti a lei.

Trasformare la casa in modo che diventi un accogliente santuario è solo uno dei temi su cui lavoriamo con questo: lustrati gli occhi con il programma per scoprire a quali altre meraviglie ci dedichiamo in questo percorso, sospetto che non vedrai l’ora di regalartelo!

Salva